Condivisione e collaborazione: ecco lo spirito del Natale

Anche nella nostra Parrocchia, come un po’ dappertutto, fervono i preparativi per il Natale e i vari gruppi si stanno organizzando per fare la propria parte per rendere speciale questa Festa. I ragazzi del catechismo continuano la ricerca di Dio nel periodo d’Avvento, i Cori stanno preparando i canti per le Messe del periodo natalizio, il gruppo Adolescenti ha vissuto il momento della Penitenziale adolescenti-giovani dell’Unità Pastorale, il Circolo Noi ha allestito e sta seguendo la mostra dei presepi e in Chiesa si stanno preparando il Presepe e tutte le decorazioni floreali per rendere ancora più partecipato questo Natale.

          

Le attività, insomma, sono molte, e in un periodo così ricco di impegni può capitare di trovarsi a condividere gli stessi spazi. Come coro giovani e corale nella stessa Chiesa, per la stessa missione, ma con canti differenti. Catechismo interrotto, o accompagnato, dall’allestimento dei presepi e da qualche schiamazzo di bambini. Queste situazioni possono diventare un momento di aiuto e supporto reciproco, altre volte, invece, possono creare momenti più complicati, ma allo stesso tempo possono trasformarsi in un’occasione per imparare a rispettare le esigenze altrui. Mercoledì sera, durante le prove, ad esempio, il coro giovani ha fatto da sottofondo musicale alla preparazione del presepe, allietando (si spera!) questa serata di lavoro e condividendo, con i volontari che si stavano occupando dell’allestimento, un termos di tè caldo che, viste le temperature, ci voleva proprio!


Queste situazioni, a volte più complicate, a volte più divertenti, ci insegnano che i momenti di condivisione e di collaborazione sono quelli che ci fanno riscoprire il vero spirito del Natale, che va al di là di un addobbo, di un regalo o di una canzone, ma che risiede nei nostri cuori e nella capacità di aprirli alla comprensione, al rispetto, al dialogo e all’aiuto del prossimo.
Perché dobbiamo ricordarci che il regalo più bello che possiamo fare a qualcuno è il nostro tempo.

Lascia un commento